facebook

BACOLI/Cari imprenditori della movida, perchè non pagate lo straordinario notturno ai vigili urbani?

Esiste una delibera del 21 febbraio 2019 che permette il pagamento degli straordinari notturni della Polizia Municipale da parte di attività terze

La città di Bacoli per le sue caratteristiche turistiche ed economiche è sede di un pendolarismo continuo nel periodo estivo, specialmente di notte. Per tali attività, anche a carattere commerciale o a fini di lucro, l’Amministrazione Comunale può prevedere un incremento dell’impiego di personale e mezzi della Polizia Municipale per garantire che tali attività non comportino conseguenze negative sul normale svolgimento delle attività cittadine in termini di qualità di vita per le ricadute sulla mobilità, sosta, inquinamento acustico ed atmosferico nelle zone interessate dalla movida. Le stesse non debbono essere scoraggiate in quanto vedono la Città quale protagonista di eventi che influenzano positivamente i flussi turistici determinando benefici economici. Non bisogna però dimenticare, come richiamato dalla Costituzione, che l’iniziativa economica privata “non può svolgersi in contrasto con l’utilità sociale o in modo da recare danno alla sicurezza” ed appare giusto quindi, prevedere che gli organizzatori di attività private concorrano a sostenere gli oneri economici che la collettività si accolla per garantire i servizi che la Polizia Municipale rende in tali occasioni spesso a discapito dei prioritari servizi istituzionali.

Pertanto, l’Amministrazione Comunale, con la Delibera del Commissario Prefettizio n. 34 del 21 febbraio 2019, ha inteso regolamentare quanto sopra prevedendo la concorrenza nel sostenere tali oneri da parte dei soggetti promotori delle iniziative. Gli stessi, nel richiedere tali prestazioni di servizio aggiuntive, dovranno versare un corrispettivo per l’impiego di personale e/o di mezzi della Polizia Municipale ai sensi del regolamento citato. Di seguito si indicano esemplificativamente tali possibili servizi:

    • Servizi di sicurezza per trasporti o per mezzi eccezionali qualora rechino apprezzabile intralcio alla viabilità;
    • Assistenza e viabilità in occasione di attività cine-televisive, servizi fotografici, giornalistici, spot pubblicitari e concerti;
    • Limitazione o interdizione temporanea alla viabilità pedonale e veicolare, istallazione di segnaletica provvisoria per l’esecuzione di lavori di imprese private e per iniziative commerciali o produttive;
    • Servizi diretti a regolare il traffico in occasione di sagre, fiere, manifestazioni sportive, folkloristiche e spettacoli teatrali;
    • Festeggiamenti civili legati a manifestazioni religiose;
    • Assistenza viabilistica per consentire l’effettuazione di traslochi preventivamente autorizzati ed il posizionamento di veicoli ad uso speciale;
    • Manifestazioni private in genere che comportino ricadute apprezzabili sul sistema della mobilità, della viabilità, nonché della sicurezza urbana.

Considerata la situazione di dissesto economico finanziario del Comune, è arrivato il momento che le attività commerciali della movida bacolese diano qualcosa ai cittadini bacolesi. Pagando lo straordinario ai vigili urbani nei weekend la città potrà affrontare il forte afflusso verso i nostri locali in maniera più regolamentata.

Da Baia, a Miseno, a Miliscola e Cuma, il grido è unico da parte dei cittadini: sì alla movida, ma con regole e ordine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *