facebook

BACOLI/In fiamme l’agenzia assicurativa “Schiano” di Miseno: è giallo

Secondo i carabinieri si tratterebbe di un atto doloso: è stato trovato del liquido infiammabile. L’ombra del racket su Bacoli.

Indagini ancora in corso, ma con un punto fermo da cui partire: l’incendio che si è sviluppato nella notte scorsa davanti a un’agenzia assicurativa “Schiano”, a Miseno, non è stato un incidente. Si è trattato di un rogo doloso: qualcuno ha cosparso l’ingresso di benzina e ha appiccato le fiamme. Gli accertamenti sono affidati ai carabinieri della stazione locale, che dopo i sopralluoghi hanno ascoltato i titolari dell’agenzia; non ci sarebbero state minacce nei giorni scorsi o tentativi di imposizione del racket, ma la pista del pizzo resta tra quelle ritenute maggiormente verosimili.

I vigili del fuoco sono intervenuti presso l’agenzia di Bacoli nella notte scorsa, tra il 14 e il 15 dicembre. Le fiamme hanno aggredito soltanto la parte esterna, non sono riuscite a entrare nei locali anche grazie al tempestivo arrivo dei pompieri. Dopo aver spento il fuoco, è stata la volta dei sopralluoghi. È stato così appurato che, intorno al portone, c’erano ancora delle tracce di liquido infiammabile, probabilmente benzina, che era stato usato per innescare l’incendio.

Stando alla ricostruzione, i responsabili sono arrivati all’agenzia assicurativa forzando il portone della palazzina in cui si trova l’attività; i militari hanno rilevato segni di effrazione sull’ingresso. Le indagini al momento non escludono nessuna pista. Si scava nella vita privata dei titolari, alla ricerca di contrasti attinenti alla sfera personale, ma non viene accantonata nemmeno la pista del racket, anche considerando il periodo: quello delle festività natalizie è uno dei momenti in cui i clan riscuotono il racket.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *