facebook

BACOLI/L’allarme della DIA: continua l’egemonia dei Pariante

La Dia: i Pariante controllano la zona attraverso azioni malavitose come lo spaccio e l’estorsione

La Dia (Direzione investigativa antimafia) ha pubblicato la relazione semestrale relativa all’attività della criminalità organizzata in Italia nel primo semestre del 2019. L’organismo investigativo interforze, inquadrato nel Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno, mappa ogni località del Belpaese. Tra queste anche il comprensorio flegreo non è esente da infiltrazioni della criminalità.

Nel territorio flegreo, – si legge nella relazione –  che comprende i comuni di Pozzuoli e di Quarto, i clan BENEDUCE e LONGOBARDI sono stati depotenziati dalla detenzione degli elementi apicali e di un gran numero di affiliati. Questa situazione aveva dato spazio a due distinti aggregati criminali, retti da elementi riconducibili al gruppo LONGOBARDI, uno operante nella zona di Monteruscello, l’altro nel rione Toiano, i cui componenti sono stati destinatari di un’ordinanza di custodia cautelare nel mese di dicembre 2018508. A Bacoli e Monte di Procida permane la presenza del gruppo PARIANTE, con interessi illeciti nelle attività di spaccio, nelle estorsioni e nell’imposizione dei videopoker.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *