facebook

BACOLI/Ticket estivo, l’amministrazione chiede fondi per il Put che aveva bocciato due anni fa

Il paradosso amministrativo dell’amministrazione targata FreeBacoli e Diamo a Bacoli

Il paradosso amministrativo si è consumato negli ultimi giorni e ad essere protagonista è l’amministrazione targata Della Ragione. A denunciare lo strano caso è la segreteria del Partito Democratico che, attraverso un post pubblicato su Facebook dall’ex segretario Michele Amirante, ha messo in evidenza l’incongruenza da parte di Josi e company dinanzi al Put, il piano urbano del traffico. Secondo Amirante sta portando avanti il Put redatto dall’ex Giunta Picone e che FreeBacoli e Diamo a Bacoli non votarono. Bocciatura che, di fatto, sancì la conclusione anticipata dell’amministrazione Picone. 

Ecco il post denuncia di Michele Amirante:

“Ribadire la volontà di richiedere il contributo per gli interventi di attuazione del PUT”.

Richiedere cioè soldi al Viminale per andare avanti con l’attuale PUT.

Proprio lui, il maledetto “Piano Urbano del Traffico”.

Quello dell’odiato ticket.

Quello sul quale inciampò la scorsa Amministrazione con il determinante e contrario voto delle allora opposizioni.

Le stesse che adesso #assieme

 amministrano la Città ed hanno deciso di attuare il tanto aborrito Piano.

Senza prevedervi modifiche al ticket che almeno il PD e la passata maggioranza provarono a “sterilizzare” proponendo nel 2018 un piano esecutivo che riducesse l’impatto dell’odiata gabella.

Una decisione, la richiesta di fondi per attuare il PUT, tenuta quasi nascosta, inserita nel Piano delle opere pubbliche, da una delibera di Giunta – la n. 45 dello scorso mese – che il primo cittadino s’è guardato bene da pubblicare su facebook.

E si capisce…

L’attuale Amministrazione infatti approva oggi ciò che da opposizione contestava non più tardi di un anno fa.

Se si chiede al Ministero dell’interno di finanziarlo, evidentemente, il PUT non è più uno scandalo come lo era sotto Picone.

Del resto ogni azione, anche la più feroce e strumentale, allora, era buona pur d’abbattere Picone.

Peccato che a pagarne le conseguenze è stata tutta Bacoli trascinata nel baratro del dissesto.

Il dissesto, appunto, altro argomento a quei tempi evitato, minimizzato, deriso.

Era una fissazione dell’ex Sindaco, insinuava la minoranza.

Oggi il dissesto non fa dormire la maggioranza, la minoranza d’allora, che non sapendo dove sbattere la testa per far quadrare i conti, ripiega sull’usato sicuro, torna al ticket …

“ Sic transit gloria mundi ! ”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *