facebook

POLITICA/Maltempo, Lega Bacoli scrive al Commissario Tarricone: “Avviare la procedura per lo stato di calamità naturale”

La Lega Bacoli attraverso il coordinatore cittadino Giuseppe Scotto di Vetta ha scritto al Commissario prefettizio Francesco Tarricone di avviare le procedure per la richiesta alla Regione Campania del riconoscimento dello stato di calamità naturale, in riferimento allo straordinario evento meteorologico verificatosi, lunedì 29 ottobre, sul territorio comunale. Di seguito la lettera completa inviata al Prefetto Tarricone:

Egr.dott. Tarricone Francesco,
nelle giornate del 28 e 29 ottobre 2018 la Città di Bacoli è stata interessata da eventi atmosferici di straordinaria portata. In particolare, il giorno 29 Ottobre 2018 la Città di Bacoli, come altre Città italiane, è stata colpita da un ondata eccezionale di maltempo che si è sferrato sulla Penisola Flegrea, con venti fortissimi, forse trombe d’aria, piogge molto consistenti e forti mareggiate.
Tale evento eccezionale ha causato non solo disagi a persone e cose, ma notevoli danni a strutture abitative, produttive e beni pubblici.
In particolare, molte strutture balneari, attività di ormeggio, costoni, strade ed abitazioni che ricadono sul mare, come anche segnalati sui vari social attraverso immagini e video, hanno subito gravissimi danni a seguito degli eventi climatici eccezionali.
Nel sottolineare che la Città di Bacoli, facente parte della Penisola Flegrea, non solo presenta gran parte del territorio che affaccia sul mare, ma che essendo un territorio sottoposto a vincoli urbanistici di varia natura, presenta strutture produttive ed abitative di estrema fragilità, essendo esse realizzati per essere rimovibili, in conformità alle leggi e regolamenti in materia.
Pertanto, la vulnerabilità del territorio costiero e delle strutture produttive, come lidi, stabilimenti ed anche attività diportistiche – in assenza di un porto – soffrono particolarmente le condizioni climatiche sfavorevoli ed eccezionali.
Inoltre, recenti fenomeni di erosione costiera, crolli di alcuni tratti della costa (Miseno, Marina Grande, Poggio, Spiaggia Romana con evidente erosione della spiaggia) farebbero presumere che ulteriori fenomeni potrebbero verificarsi anche a distanza ed a causa, dagli eventi del climatici del 29.10.2018.

Tanto quanto premesso, si chiede alla S.V. 
– se sono state adottate specifiche misure per valutare i danni subiti da persone e beni pubblici e privati;
– se il Comune di Bacoli abbia intrapreso o se intende avviare, per il tramite della Regione Campania, la procedura per il riconoscimento dello Stato di Calamità Naturale che consentirebbe, oltre alla messa in sicurezza del territorio, il ristoro dei danni subiti da imprese e cittadini.
Confidiamo che il Comune di Bacoli, insieme agli Enti preposti per la Protezione Civile, abbia adottato ogni misura per assicurare la sicurezza e la salute dei cittadini, rimaniamo a disposizione, tuttavia, di conoscere nel dettaglio ogni iniziativa intrapresa o che s’intende intraprendere al fine di indennizzare i cittadini ed imprenditori danneggiati.
Con l’occasione, i nostri auguri per un proficuo lavoro per l’intera cittadinanza.
Distinti Saluti, 
Il Coordinatore Cittadino,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *