Alessandro De Fabbio, trentaduenne napoletano, originario della zona di Via Marina, è stato assassinato a colpi d’arma da fuoco mentre era alla guida della macchina, una Honda, che aveva preso a noleggio qualche giorno prima. Alessandro era in Messico per lavoro, vendeva herramientas, attrezzi da lavoro, ed è stato brutalmente giustiziato per strada, sparato in pancia nell’abitacolo della sua auto, e lasciato morire per strada. Il suo cadavere è stato trovato a centinaia di metri dalla sua auto, probabilmente ha provato a scappare dai suoi sicari. E’ accaduto in Messico a Tepechitlan, nello stato di Zacatecas, proprio dove avevano trovato la morte mesi prima altri due napoletani. Ed è proprio da qui che partono le indagini della magistratura Messicana, probabile si seguano le piste dei magliari.

Intanto sui social, diversi centinaia di commenti dei suoi piu cari amici e parenti, evidenziano la bontà del giovane Alessandro, che lontano da casa ha trovato una morte assurda.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here