Guardia Costiera di Baia: duro colpo alla pesca abusiva

Gli uomini della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Baia guidata dal Comandante Paolo Rinaldi, hanno recuperato e posto sotto sequestro 60 nasse rinvenute nella zona A dell’Area Marina protetta di Baia. Tali attrezzi da pesca, legati con un sistema di cime lungo circa 400 metri, erano state segnalate dal Centro Visite dell’Area Marina Protetta di Baia. Sprovvisti di qualsiasi etichetta identificativa che permettesse di risalire al proprietario, costituendo un notevole pericolo per la sicurezza della navigazione in una zona altamente frequentata da sub.

Il personale della LocaMare di Baia ha provveduto al recupero delle nasse, al rilascio in mare del pescato ancora vivo, in particolar modo murene, e al sequestro delle nasse dandone immediata comunicazione alla competente Autorità giudiziaria.

Nei video che seguono il rilascio in mare del pescato ancora vivo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here