Domani mattina, nelle acque a largo di Capo Miseno, gli uomini del nucleo Sdai, Servizio Difesa Antimezzi Insidiosi della Marina Militare italiana, trasporteranno e poi disinnescheranno un ordigno bellico ritrovato al largo del porto romano di Miseno nei giorni scorsi.

Trattasi di un Cluster risalente alla seconda guerra mondiale, che molto probabilmente è stato perso da una nave da guerra che costeggiava Bacoli, e che evidentemente ha rilasciato in acqua diverse munizioni ritrovate nel corso degli anni sulla stessa linea batimetrica.

L’ordigno verrà trasportato a dovuta distanza di sicurezza, a largo tra il golfo di Napoli e Capo Miseno per poi essere detonato. A coordinare le operazioni di sicurezza per la detonazione dell’ordigno, la Capitaneria di Porto di Pozzuoli. Di seguito riportiamo il link dell’ordinanza della Capitaneria di Porto di Pozzuoli.

http://www.guardiacostiera.gov.it/pozzuoli/Documents/Ordinanza%20n%20110-2018.pdf

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here