Dopo numerosi riconoscimenti del settore e un programma televisivo arrivato alla sua seconda edizione, per Ciro Scamardella arriva il riconoscimento più ambito dagli chef o aspiranti tali: la Stella Michelin.

Un compito particolarmente arduo perché il giovane chef nativo di Bacoli aveva sulle proprie spalle una pesante eredità lasciatagli dal suo predecessore al rinomato ristorante “Il Pipero” di Roma.

Ma il ragazzo, spinto dalla sua grande passione e forte di un’esperienza maturata negli anni in vari ristoranti blasonati sia italiani che esteri, ha saputo reinventare la sua cucina basandosi sulle proprie origini flegree. Una formala subito apprezzata dal patròn Alessandro Pipero e dai suoi clienti (vecchi e nuovi), capace di far innamorare i palati più esigenti e, da quest’anno, anche dei critici più severi.

Da oggi, insomma, abbiamo una nuova star nella Capitale, ma non serve cercarla né nel suo cielo né a Cinecittà: è in Corso Vittorio Emanuele al civico 250, lo trovate tutti i giorni a pranzo o a cena, si chiama Ciro Scamardella ed è un orgoglio della nostra terra.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here