Nell’incontro avuto col PD, sia il Commissario Tarricone sia il Sub-Commissario D’Angelo hanno affrontato le drammatiche condizioni finanziarie in cui versa il Comune :
= le difficoltà del dissesto di cui lo stesso Organo di liquidazione non riesce ancora a quantizzare la portata, cosa che ne allungherà i tempi forse a più di un anno ;
= le difficoltà di frenare l’evasione fiscale che riduce drasticamente le entrate municipali e rende ininfluenti anche gli aumenti sia delle tasse “tradizionali” sia di quelle “nuove” come le strisce blu o gli oneri cimiteriali ;
= le difficoltà di corrispondere stipendi ai lavoratori e di erogare servizi indispensabili ai cittadini, già in parte diminuiti o del tutto aboliti come la mensa scolastica .
Stesse difficoltà si riscontrano nella redazione del prossimo bilancio che forse sarà pronto entro dicembre: in caso contrario, il Comune sarà costretto a dichiarare un secondo dissesto per l’anno 2018, un paradossale “dissesto nel dissesto” .
Abbiamo allora ribadito come PD alcuni punti per noi irrinunciabili :
= La lotta all’evasione fiscale: siamo all’indecenza che i cittadini onesti pagano le tasse anche per quelli disonesti. A causa del minor gettito il Comune è costretto a tagliare servizi pubblici di cui i grandi evasori possono far a meno, potendosi permettere quelli privati. Chi lavora onestamente invece ci rimette sempre. Al Commissario abbiamo chiesto allora di rafforzare la lotta all’evasione cominciando dalla famosa “lista” dei grandi evasori che l’assessore Benincasa riuscì a comporre ;
= La lotta all’inefficienza della riscossione: il servizio va riorganizzato e potenziato. L’attuale società di riscossione, però, non si è dimostrata all’altezza del compito: lo provano sia i risultati scadenti nel recupero dei residui attivi, sia le “cartelle pazze” che continuano a molestare i cittadini onesti. Tra qualche mese scadrà il contratto dell’ “A&G” : non riteniamo vi siano le condizioni per rinnovarlo ed abbiamo invitato il Commissario a limitarsi ad una “proroga tecnica” per permettere alla nuova Amministrazione di decidere la sorte del servizio con un bando pubblico ;
= La lotta ai responsabili del dissesto: coloro che hanno costretto i cittadini a fare questi sacrifici, coloro che hanno messo in svendita il nostro territorio, coloro che hanno portato al fallimento la nostra Città, devono essere perseguitati dalla giustizia. Questa è una lotta di civiltà, di verità che il PD porterà avanti senza fare un passo indietro.

Comunicato stampa

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here