Può capitare di fare dei viaggi più lunghi, soprattutto per andare in vacanza, con molti
bagagli da trasportare e spazio insufficiente all’interno del veicolo o nel bagagliaio. A volte
le valigie sono così grandi che occuperebbero tutto il bagagliaio, per non parlare di carichi
speciali, come le attrezzature sportive (sci, canoa, kayak). Le merci potrebbero essere
adatte al trasporto con un rimorchio, che comunque non è una scelta semplice per tutti, sia
per l’installazione del gancio da traino, sia per il costo.

La soluzione ideale in tutti questi casi è montare sul tettuccio dell’auto delle barre
portapacchi. Si tratta di barre trasversali con appositi sistemi di fissaggio, a cui si possono
appoggiare e fissare altre merci. Le barre portapacchi variano sia per materiale di
produzione che per forma del profilo. I modelli in metallo sono quelli più economici, ma
pesano molto e c’è sempre il rischio che arrugginiscano, mentre i modelli in alluminio
durano di più e sono più leggeri. Puoi confrontare i portapacchi in metallo e alluminio su
Topautoricambi.it. Alcuni modelli di barre portapacchi hanno un profilo più aerodinamico, in
modo da contenere l’aumento del consumo di carburante, riducendo il coefficiente di
resistenza aerodinamica. La scelta del portapacchi ideale dipende dalle proprie esigenze,
dal tipo di merci da trasportare, dalla frequenza e dal tipo di viaggi. Inoltre, bisogna tenere
in considerazione le caratteristiche strutturali del modello di auto. Ogni modello a un carico
massimo consentito, bisogna fare attenzione a non superarlo.

Esistono alcuni modelli diversi di barre portapacchi, soprattutto in base al metodo di
fissaggio sul tetto dell’auto:
1) portapacchi integrati, si tratta di barre portapacchi installate di serie o successivamente
all’acquisto direttamente e in modo fisso sul tetto;
2) barre portapacchi montate in punti di fissaggio appositi;
3) portapacchi fissati a canaletta, sono modelli meno comuni, si trovano soprattutto per i
veicoli più vecchi, che hanno delle canalette per eliminare l’acqua ai lati del tetto;
4) modelli per tettucci piatti, si montano con dei ganci attaccati e la parte alta del telaio
delle portiere.

Sulle barre portapacchi si possono installare varie strutture, come dei porta biciclette,
oppure delle griglie a cui fissare attrezzature sportive, oppure perfino intera piattaforme.
Queste sono la scelta preferita dagli appassionati di guida fuoristrada, perché consentono
di fissare sopra il tetto dell’auto vari accessori, come il martinetto, la ruota di scorta, delle
taniche di carburante o altri oggetti. Il portapacchi può essere dotato anche di luci.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here